Menu

Conserve fatte in casa, come insegna la nonna

3 Agosto, 2017  |  Cucina

Chi coltiva l’orto lo sa: in questo periodo la terra offre il suo lato migliore. Le nostre tavole si riempiono dei frutti della terra, come pomodori, zucchine, albicocche, fragole, ecc.

Come consumarli in maniera intelligente, facendoli durare di più, magari anche in vista dell’inverno? Semplice, trasformandoli in conserve, come quelle che facevano le nostre nonne.

Oggi, come una volta, il momento della conserva è un appuntamento fisso, quasi un rito, per nonne, mamme e nipoti. Un momento in cui ci si tramanda tecniche, consigli e storie legate al mondo del cibo… e della famiglia. Una volta preparate, le conserve saranno anche un gentile omaggio da offrire ad amici e parenti magari al termine di una merenda o di una bella cena in compagnia!

conserve-fatte-in-casa-ricette

Ecco qualche ricetta che vi proponiamo per conservare al massimo i sapori dell’estate anche in pieno inverno! 🙂

Una piccola curiosità prima di mettersi all’opera: il termine “conserva” identifica un’antica tradizione, che consente di conservare (appunto) gli alimenti per mesi grazie ad alcune tecniche che variano a seconda degli ingredienti e dell’area geografica. Nei paesi del Nord Europa le tecniche di conservazione più diffuse sono l’essicazione, salatura e affumicatura, mentre al Sud (quindi in Italia), prevalgono le tecniche di salatura, conservazione sotto olio e con il peperoncino.

L’utilizzo di aceto e zucchero come conservante naturale è invece diffuso più o meno universalmente.

La passata di pomodoro: ricetta

passata di pomodoro fatta in casa

Agosto è il mese perfetto per preparare la passata di pomodoro casalinga, un prodotto che sta alla base della cucina italiana, per avere a disposizione poi in autunno e inverno un prodotto gustoso, economico e genuino.

Ingredienti:

  • 400 gr di pomodoro
  • 1 spicchio d’aglio
  • Basilico
  • Olio e.v.o.
  • Origano
  • Sale, pepe in grani, peperoncino

Procedimento

passata di pomodori

Scegliete pomodori sodi, ben maturi, scartando quelli ammaccati e lavateli in una bacinella.

Scaldate a parte qualche cucchiaio d’olio in una casseruola e fate dorare l’aglio schiacciato.

Tagliate i pomodori a metà ed eliminate la parte verde del picciolo, poiché è la parte che crea acidità. Eliminate tutti i semi, dopodiché mettete tutti i pomodori in un pentolone e cuocete a fuoco basso con coperchio. Non aggiungete acqua, saranno gli stessi pomodori a rilasciarne durante la cottura.

Quando i pomodori saranno belli morbidi, togliete la pentola dal fuoco e passate il composto in un passaverdura, raccogliendo la salsa in una pentola più piccola. Unite la passata con l’olio e l’aglio.

Conservate la passata riponendola in appositi vasetti sterilizzati con tappo a chiusura ermetica, aggiungendo qualche fogliolina di basilico, e facendoli bollire per almeno un’ora ricoperti interamente d’acqua. Ora la passata è pronta per essere consumata come condimento per pizze, polenta, o base per salse o altri sughi.

Marmellata di albicocche: ricetta

come-fare-marnellata-albicocche

È sicuramente la più amata e ora è il momento ideale, perché possiamo cogliere i frutti nel pieno della loro stagione. Per i più audaci e amanti delle novità, da provare la variante con pesche nettarine e lavanda, oppure la marmellata di albicocche, melone e ginepro.

Ingredienti:

  • 1,2 kg di albicocche
  • 700 gr di zucchero
  • 200 ml di acqua

Procedimento

marmellata-albicocche-ricetta1

Prendete le albicocche e pulitele, eliminate i noccioli e tagliatele a pezzi. Mettetele in una pentola grande e dal bordo alto. In un’altra pentola, mettete insieme zucchero e acqua e fate bollire per 5 minuti, mescolando continuamente al fine di creare uno sciroppo.

Versate lo sciroppo sulle albicocche e cuocete mescolando con forza per 30-40 minuti. La marmellata deve avere consistenza. Se vi sembra troppo liquida, fate cuocere ancora per 5 minuti.

Versate infine la marmellata nei vasetti sterilizzati e lasciateli capovolti fino a quando non saranno raffreddati. Anche in questo caso, mettete in dispensa, gustatela o regalatela!

Peperoncini tondi farciti: ricetta

peperoncini tondi farciti

Ecco una prelibatezza da servire quando avete ospiti a cena, per fare una superfigura! I peperoncini tondi farciti sono una vera e propria sfiziosità, ottimi da gustare come aperitivo o da accompagnare alle carni. Ecco come procedere.

Ingredienti:

  • 1 kg di peperoncini tondi
  • 1 lt di aceto di vino bianco
  • 15 gr di sale
  • 1 vasetto di acciughe
  • Capperi e olio d’oliva

Procedimento

peperoni ripieni ricetta

Pulite i peperoncini, tagliateli a metà e eliminate i semi interni.

Mettete a bollire 3 quarti di litro d’acqua salata e scottate i peperoncini per circa un minuto. Scolateli uno per volta, dopodiché appoggiateli a testa in giù su un canovaccio, fateli raffreddare.

Quando saranno freddi, farcite ogni peperoncino con un filetto di acciuga e qualche cappero. Poneteli così farciti nei vasi e riempite lo spazio con l’aceto, velando la superficie con un filo d’olio. Aspettate almeno un mese prima di servire questa bontà!